Ippocrate pensava che ereditassimo piccoli pezzi di tutte le parti dai nostri genitori.
Aristotele (384-322 a.c.) riteneva che derivassimo da piccole masse informi che si sviluppano nel corpo della madre per effetto del padre. Altri ipotizzavano che la vita iniziasse con un piccolo essere umano già completamente formato.