Su una tranquilla collina, in Austria, un monaco piantava piselli e osservava come questi ereditassero caratteristiche dalle piante genitrici. Così arrivò a formulare le leggi dell'ereditarietà, che costituiscono le basi della genetica moderna. Si chiamava Gregor Mendel (1822-1884)