L'Europa vanta molti laboratori di fama mondiale nel settore della ricerca epigenetica. Partendo da due proposte diverse, il consorzio “The Epigenome Network of Excellence” ha riunito 25 gruppi di ricerca, 26 membri associati e 12 nuovi team (NET, Newly Established Teams). Il consorzio ha negoziato e ottenuto un finanziamento di 12,5 milioni di Euro nell'ambito del programma europeo FP6 (Framework 6 Programme) finalizzato a costituire un'area di ricerca europea (ERA, European Research Area) coerente per l'epigenetica nei prossimi 5 anni (2004-2009). Il consorzio creerà un istituto di assistenza virtuale con tre importanti finalità:

  • progredire con le scoperte scientifiche tramite un programma di ricerca congiunto
  • integrare colleghi giovani mediante il programma NET
  • stabilire un dialogo aperto mediante la costruzione di un sito Web interattivo


Tutti i soci fondatori del consorzio sono stati concordi nel contribuire a un programma di attività congiunto (JPA, Joint Programme of Activities) composto da 25 programmi di lavoro ben definiti, finalizzati al rafforzamento, all'integrazione e alla diffusione della ricerca congiunta. Il lancio del consorzio l’Epigenoma nell'ambito del programma FP6 può essere considerato come un incentivo per la raccolta di fondi, sono infatti necessari altri finanziamenti per conferire alla struttura proposta una forma durevole. Ufficialmente il consorzio l’Epigenoma è stato varato nel giugno 2004 e ora, dopo aver raggiunto le dimensioni operative, è in fase di consolidamento. Si prefigge come scopo di fornire vantaggi chiari e tangibili all'intera comunità che opera nell’epigenetica e, come tale, si propone di sostenere sia i membri che i non membri con conferenze, seminari, visite formative, condivisione di risorse e un sito Web interattivo. Il consorzio intende sviluppare una potente infrastruttura in grado di assimilare le sinergie esistenti e mantenere ai primi posti nel mondo la ricerca epigenetica europea. È supportata a livello internazionale da una commissione scientifica costituita da D. Allis (New York), S. Elgin (St. Louis), P. Jones (Los Angeles), R. Martienssen (CSHL), V. Pirrotta (New Jersey), J. Rine (Berkeley) e C. Wu (NIH).