www.unizh.ch/botinst

Ueli studia il ruolo dell'epigenetica nel sesso delle piante. Sia nei mammiferi che nei vegetali, sussiste un conflitto di interessi fra il genoma del padre e quello della madre per quanto riguarda la quantità di nutrienti che la madre fornisce ai figli. Si ritiene che sia stato questo conflitto parentale ad avere portato all'evoluzione dell'imprinting, per effetto del quale i geni vengono attivati a seconda del fatto che provengano dal padre o dalla madre. Ueli ha scoperto nelle piante un gene con imprinting, chiamato Medea, che è attivo solo se viene ereditato dalla madre. Analogamente a quanto avviene con molti geni con imprinting nei mammiferi, Medea limita la crescita embrionale. Se dalla madre viene ereditato un gene Medea mutato, gli embrioni si sviluppano eccessivamente e muoiono. Pertanto, come narrato nel mito greco, Medea uccide i propri figli.